Iniziare a scrivere un blog. Perché WordPress?

Forse la domanda più giusta è, alla luce di quanto detto nel post precedente, perché scegliere WordPress?

In fin dei conti esistono altre soluzioni per scrivere un blog, tra gratuite e a pagamaneto.

Personalmente ho fatto una scelta tra quattro alternative: WordPress, Drupal, Typepad e Joomla. La scelta è caduta su WordPress, non perché lo consideri “il migliore”, ma perché facendo un certo raggionamento l’ho reputato il più adatto alle mie necessità.

Continua a leggere

Iniziare a scrivere un blog. Gli strumenti.

Cosa serve per scrivere un blog? In teoria è sufficiente uno spazio su un server connesso in rete… un software qualsiasi che permetta di scrivere pagine HTML… la voglia di scrivere qualcosa… e quella di mettersi a gestire in maniera impropria un blog…

Potremmo tutti adottare un sistema simile e magari dargli una veste “vintage” in stile primi anni ’90 (cioè una pagina bianca con testo nero e link in automatico, senza CSS e con poche immagini). Orrore.

Oggi è sufficiente installare un CMS adatto. Per CMS, per chi non lo sapesse, si intende una serie di file scritti in un linguaggio interpretabile dal server per interfacciarsi con una base di dati o con degli altri file con lo scopo di gestire del contenuto multimediale fruibile tramite un browser (mamma mia, che orrore anche descritto così). La maggior parte delle persone non ha bene idea di cosa sia, ma potrebbe avere una vaga idea di cosa faccia. Continua a leggere

Iniziare a scrivere un blog. Un nuovo inizio.

Questa non è la prima volta che scrivo un blog. Nel senso ristretto del termine “Web-Log“: cioè una sorta di diario on-line. Tecnicamente questo approccio è divenuto oggi diffusissimo tramite i social networks e quindi, possiamo tranquillamente affermare che chiunque abbia un account su Facebook, Google+, Twitter, Instagram o di altri servizi simili, è a tutti gli effetti un blogger: cioè una persona che usa uno strumento on-line per tener traccia e condividere momenti della propria vita, privata o professionale.

Di fatto oggi si fa anche però una certa confusione tra un blog, inteso come web-log e un blog inteso come un CMS per la gestione di un web-log. Il paradosso è che le due cose (oggetto, il primo, e mezzo per gestire l’oggetto, l’altro), nella mente di molti si sovrappongono e quindi, anche all’ombra del boom dei social networks, chi usa WordPress o Drupal fa parte di una community di bloggers alla stregua di chi usa Facebook o Google+.

Peccato che non sia esattamente così. Continua a leggere